yanopin
VENEZIA - Fuochi d’artificio a serpentina sull’acqua e sempre più belli in cielo: così Venezia celebrerà la Festa del Redentore la notte di sabato 18 luglio prossimo, con una miriade di barche in Bacino San Marco. Lo ha annunciato il direttore artistico di Venezia Marketing Eventi, Marco Balich. Lo spettacolo sarà visibile dalle rive e dalle barche ormeggiate tra Riva Schiavoni e il Canale della Giudecca, attraversato dal ponte votivo che viene eretto soltanto in quest’occasione davanti alla Chiesa del Redentore. «Già l’anno scorso - ha ricordato Balich - era stato allargato lo spazio delle chiatte dalle quali partono i fuochi, ma quest’anno si oserà un po' di più: con un fronte di 150 metri, ha sottolineato, ne guadagnerà lo spettacolo». «Abbiamo inoltre innalzato la qualità dei fuochi - ha aggiunto - e tolto la musica durante lo spettacolo». Balich ha annunciato che ci sarà più spazio anche per le barche a remi e che saranno allontanati «i barconi a motore fracassoni». «Affinché sia presente il più alto numero di barche a remi tradizionali - ha concluso il direttore artistico - verrà chiesta la collaborazione delle compagnie remiere della città lagunare».
Anche quest'anno si prospettano dei fuochi d'artificio originali e sorprendenti e la mitica spiaggia di Punta Sabbioni sarà gremita di tende e giovani con la voglia di festeggiare. Mi raccomando sempre se bevete fate guidare un altro oppure dormite in spiaggia. Buon divertimento.
Etichette: , , |
Reazioni: 
1 Response
  1. kEN Says:

    ma si può ancora piazzare la tenda in spiaggia a punta sabbioni? non era vietato?