omar Fardin

Entrano in negozio vestiti bene, con una cartelletta in mano. Si presentano con un sorriso che pensavo fosse solo di berlusconiana memoria. Ed esordiscono dicendo: "buongiorno, siamo di Enel, e dobbiamo vedere una sua bolletta per applicarle uno sconto". O qualcosa di simile. BALLE! Sono di un altro gestore, ce ne sono decine. O magari sono di Enel-Energia, che è comunque ben diversa da Enel-distribuzione. Anzi, di solito non sono manco loro. Sono di Agenzie che vendono contratti per conto di... sui quali poi hanno una percentuale in base ai consumi.
Sono odiosi e viscidi, e li odio perchè nella maggior parte sono truffaldini. Tu non vuoi farmi uno sconto sulla bolletta (brutto strxxxo) ma vuoi farmi firmare un contratto con una nuova compagnia. E' ben diversa la cosa.
Enel energia fa parte del mercato libero. Enel distribuzione è il mercato vincolato, quello che ha i prezzi imposti dal garante per intenderci. E poco me ne frega se mi fai risparmiare qualche euro. Anche fossero centinaia di euro risparmiati, non è il modo di comportarsi.
Peggio ancora quelli che dicono di essere di Enel e poi invece ti infilano sotto il naso un contratto di tutt'altro gestore. Insistendo sul fatto che è uno sconto, un risparmio irrinunciabile. E quando io gli dico: "guarda che questo è un contratto per la fornitura" loro ribattono "Be' si, non vuole uno sconto sulla bolletta? non gli cambia nulla a lei!" Ma come non mi cambia nulla??? (Brutto strxxxo, e due!) mi cambia eccome!! mi stai facendo firmare un contratto, che magari ha pure dei vincoli di durata o dei balzelli nascosti!!

Ora... ok, io sono uno abbastanza accorto per ste cose. E di certo non ci casco. Ma questi vanno anche per le case. Ho amici che sono arrivati a casa e i genitori gli hanno detto entusiasti che era passato uno dell'enel per fare uno sconto. E hanno firmato, ritrovandosi con la compagnia elettrica cambiata. Hai voglia poi a fare valere il diritto di recesso. Ben che vada devi romperti le balle a fare raccomandate e a sperare che non ci siano ulteriori casini. Sempre che te ne accorgi per tempo.

Io non metto in dubbio la bontà delle offerte dei vari gestori. Ma certo non possono far finta di non sapere come le agenzie che lavorano per loro si propongono ai possibili clienti. E la stessa cosa accade anche per le compagnie telefoniche. Per non parlare poi delle continue telefonate da parte di segretarie che fissano appuntamenti "a cazzo" per tentare di rifilarti i contratti più disparati.

E poi... Parliamone. Ti propongono chissà che sconti sulla bolletta. Ma in realtà lo sconto viene applicato solo sulla quota energia, cioè sulla parte minore della bolletta. L'ultima mia fattura Enel era di 235 euro. Di cui 80 euro di energia elettrica. Che caxxo! Il resto sono tasse e imposte più l'iva su tutto il pacchetto... Ma che andassero aff...

Vi consiglio di vedere il video delle Iene di qualche tempo fa sull'argomento... E vi garantisco che sono da così... a peggio!



Etichette: , , 5 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin
Cose da... maghi. Che per le loro magie utilizzano una serie di ipad3. Da vedere.




P.s. L'ha scovato yanopin, ma mi sa che non ha avuto il tempo di pubblicarlo, per cui ci penso io... :-)



Etichette: , , 0 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin
Sono un amante dei gatti. I cani mi lasciano abbastanza indifferente.
I mici sono affettuosi e molto più indipendenti, decisamente meno puzzoni e più puliti. Pero' poi se si abita in appartamento bisogna mettere in un angolo la lettiera, e insegnare ai mici ad usarla. Nulla di difficile per carità. Ma chi ha gatti sa quanto puzza la loro cacca...
Io mi sono sempre chiesto di cosa diamine è fatta la lettiera dei gatti. E facendo qualche ricerca scopro che esistono anche lettiere ecologiche. Sembra una scemenza. Le lettiere che si comprano normalmente al supermercato sono fatte di materiali minerali. Costituite per la quasi totalità in silicio e/o in bentonite che hanno proprietà assorbenti e agglomeranti. Sono comunque compostabili ma l'impatto ecologico è dovuto al trasporto ed all'estrazione.
Ma vediamo qualche dato, tratto dal sito del nostro comune:

Sono 220 i kg di lettiera che ogni anno "produce" un gatto (pari a 6 Kg ab/anno)
95% delle lettiere vendute in Italia sono di tipo minerale (5% sono di tipo vegetale)
80% delle lettiere minerali sono importate dalla Spagna
12.000 tir ogni anno arrivano in Italia dalla Spagna
6 milioni di euro il costo annuo in Italia per lo smaltimento delle lettiere minerali

Non c'è male no? E allora perchè non pensare davvero ad una lettiera Ecologica? ne esistono di vario tipo e sempre sul sito del comune viene riportata la notizia che si può pure averne un campione GRATIS. E' un vero e proprio progetto del comune di Venezia, in associazione con veterinari e negozi locali. Si chiama gattisostenibili, visitate il sito e troverete anche le modalità per avere la lettiera ecologica gratis.

In altri siti ho trovato proposte attendibili che dicono di usare semplicemente i pellets per stufe. Sono assorbenti in quanto composti di segatura fine di legno pressata, e sono pure agglomeranti vista la loro forma. Costano molto poco e inoltre risultano più piacevoli ai gatti perchè non fanno polvere e sono comunque una cosa naturale.

L'ultimo consiglio è ovviamente quello di stare attenti a quello che si compera. Spesso  si portano a casa sabbiette che hanno profumi artificiali di non si sa bene che origine, e qualche volta si incappa in  lettiere che tutto sono meno che biodegradabili. Come sempre leggere l'etichetta non guasta. Oppure potreste provare a portare fuori il gatto a fare i suoi bisognini, come si fa con i cani... Ma non credo sia molto d'accordo!!





Etichette: , 1 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin


Oggi filosofeggio. Ho letto in giro che è in atto una tempesta solare. Anzi, come si usa in tv "la più forte tempesta solare degli ultimi... cosa mettiamo? 50 anni!"  A dire la verità le fonti ufficiali dicono che ciò che si vede nel video è l'eruzione solare di martedì: ed è il brillamento più forte degli ultimi cinque anni e avrà conseguenze anche sul nostro pianeta.
Be' a parte i facili -e inutili- allarmismi su malfunzionamenti di gps o telefonini, quando succedono ste cose mi viene da pensare che ... Siamo sopra una palla che gira a 30 km al secondo intorno al sole!! Porca paletta!! Ecco perchè ogni tanto mi gira la testa! :-)

A parte questo... Pensare di essere una palla in mezzo al nulla è abbastanza inquietante. Da sempre l'uomo guarda il cielo... e da sempre non ci capisce granché.
Nel video vedete l'esplosione principe della tempesta solare in atto.
Ma voi ogni tanto ve lo chiedete cosa c'è la fuori? All'essere umano il concetto di infinito sfugge. E ultimamente anche gli scienziati iniziano a pensare a qualche altra teoria. Però sarebbe bello poter andare ad esplorare, stile star trek. Capire cosa c'è oltre un buco nero.

Capire cosa c'è un po' più in la di quello che siamo abituati a vedere. Ok, vi avevo avvertito che filosofeggiavo oggi.
In ogni caso io ogni tanto il sito della Nasa lo guardo. Offre anche una serie di immagini mozzafiato. Provare per credere.



Etichette: 0 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin

Per la serie "forse non tutti sanno che..." in questi tempi di controlli fiscali serrati in cui sembra che tutti i commercianti e gli artigiani siano ladri ho trovato uno sfogo di un tipo che ha scritto qualche riga sul blog di Grillo. Ve lo riporto pari pari, tanto son poche righe.

"Libero professionista. Una cosa che molti non sanno... (e ci giudicano), lo Stato da me vuole la metà di quello che guadagno, ma quest'anno uscito dal regime dei minimi (ho più di 35 anni). Lo Stato vuole le tasse di quest'anno (circa 4mila euro) più le tasse dell'anno prossimo anticipate (totale OTTOMILA!). Sgranando gli occhi chiedo al mio commercialista "Ma se poi non riesco a guadagnare gli stessi soldi di quest'anno?". Mi ha risposto "Vai a credito", cioè lo Stato vuole i miei soldi PRIMA. E allora, se è così, voglio gli stessi interessi che chiedono le banche sui finanziamenti. Se l'anno prossimo dovrò pagare 2mila euro di tasse e ne ho versati 4mila (per presunzione di reddito), allora voglio gli interessi altro che "Vai a credito!". Raffaele Giordano

Ovviamente è una cosa che succede anche a me. L'ultima volta ho chiesto anche io la stessa cosa al mio commercialista...

Un altro bel capitolo riguarda gli studi di settore. Non molti sanno come funzionano. In pratica ci sono delle tabelle standard secondo cui a seconda della tua attività e di quanto consumi (in materiale, ma anche in energia elettrica per esempio) secondo lo stato devi avere un certo reddito. Cioè nel mio caso, se ho comprato 100 bobine di carta devo aver venduto tot stampe. Pazienza se poi ho buttato 10 bobine perchè la macchina non funzionava o se sto svendendo sottocosto degli articoli perchè tanto son vecchi e non li vuole più nessuno.

La cosa divertente è che poi lo stato ti dice: "bene, dovevi guadagnare 100 e invece hai dichiarato di guadagnare 70. Adesso se non vuoi un controllo approfondito devi pagarmi le tasse anche sui 30 di differenza. A me suona tanto di ricatto sta cosa. Soprattutto perchè davvero, le variabili in un lavoro sono un milione in più di quelle che prevedono loro ed è davvero impresa ardua riuscire a rientrare negli studi di settore. Tristezza.

Ecco, volevo raccontarvi la mia su un aspetto forse meno conosciuto di artigiani e commercianti.
Nel paese dove un esponente di un partito (Lusi della Margherita) ruba miliardi e come maxima punizione lo cacciano dal partito... Senza mandarlo in galera e senza obbligarlo alla restituzione (evidentemente i soldi del partito non è considerato reato rubarli, tanto sono i nostri)  a noi artigiani ci chiedono le tasse in anticipo e ci ricattano se guadagnamo meno di quello che si aspettano. E poi mi dite che non c'è da incazzarsi???

La vignetta è su gentile concessione di GavaVenezia


Etichette: , 0 commenti | |
Reazioni: