omar Fardin
Il Time Lapse è una tecnica fotografica che consiste nel lasciare una macchina ferma in un posto per ore o giorni, a volte anche per mesi, a scattare immagini a intervalli di tempo ben precisi. Dopo di che si prendono tutte ste immagini e si montano in un filmato. I risultati a volte sono veramente eccellenti. E questo ne è un bell'esempio. Buona visione.
Per chi vuole i dettagli tecnici sulla tecnica... qui.
Qui invece tecnica e osservazioni dell'autore.

Temporal Distortion from Randy Halverson on Vimeo.



Etichette: , , 0 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin

La vedete la foto? Ecco sappiate che non è una cameretta qualunque. E' una camera da letto che si trova all'interno dell'aereo privato del sultano del brunei. Tutto quello che luccica color oro è proprio quello che sembra. Oro. Qui trovate altre immagini.
Ma secondo voi... quanto si resndono conto di com è il mondo quelli che sono esageratamente ricchi? Già non si rendono conto della situazione italiana i nostri politici super stipendiati. Figuriamoci questi personaggi qui, che non sanno nemmeno quanti zeri ha il loro conto... nella loro banca.
Provo a immaginarmi un paio di aspetti.
Il più banale è ovvio... sei servito e riverito in ogni momento. Forse pure troppo. Avere sempre un servo alle tue dipendenze potrebbe pure diventare fastidioso. Lo sceicco del Brunei ha una lista di automobili a disposizione che non sa manco lui quante sono. Problemi di soldi per mantenerle zero, ha anche chi glie le mantiene ovvio. Ma poi come fai a scegliere l'auto giusta? In base al colore? In base a come sei vestito? Eh... son problemi!
L'spetto più drammatico dell'essere ricchissimi è sicuramente legato alla mancanza o alla difficoltà di mantenere legami seri. Tutti vengono da te solo per i soldi che hai e non certo per chi sei. E come fai a sceglierti gli amici? O una compagna di vita? No, da sto punto di vista è decisamente meglio essere poveri.
E poi c'è l'aspetto più banale forse, ma non meno importante. Quando puoi avere tutto, ma proprio tutto... per cosa combatti? Cioè... noi lavoriamo, ci diamo da fare e ci conquistiamo ciò che vogliamo un po' alla volta. Che sia un telefono nuovo o una casa poco importa. Ma se tu schiocchi le dita e puoi avere tutto e subito, e magari anche doppio o triplo che non si sa mai... Dopo che fai? Io credo che la vita diventerebbe noiosa in fretta. Ma forse mi sbaglio. Qualcuno vuole farmi diventare ricco così provo e poi gli dico? :-)
D'altronde è un dato di fatto che molti personaggi famosi che hanno tutto, ricchezza e notorietà... poi alla fine abusano di droghe, psicofarmaci e altro. E magari ci lasciano pure le penne. Probabilmente cercano qualcosa che la loro ricchezza non può dargli. E anche qui... vorrei provare....
Voi come la vedete?


Etichette: 1 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin


Ne ho le saccoccie piene. Davvero. Di cosa? Di vedermi circondato da gente privilegiata, mentre io fatico ad arrivare a fine mese a causa delle tasse per lo più. Domani devo pagare 1200 euro di tasse. Che cazzo. L'equivalente di un buono stipendio. Poi leggo di continuo e ovunque che per esempio la chiesa non paga ne l'ici ne l'ires. Che i nostri governanti poi non pagano un tubo e quello che pagano con gli stipendi miliardari che hanno certo non gli pesa. Leggo continuamente ed ovunque che al sud 2 su tre non pagano il canone rai. Leggo che al sud due su tre non baga il bollo auto e molti manco l'assicurazione. Leggo che al sud molti negozi non hanno manco il registratore di cassa e chi ce l'ha non lo usa.
E mi chiedo. mi chiedo perchè i controlli fiscali li fanno sempre e solo al nord. La risposta la so, ma vorrei non saperla. Mi chiedo perchè in tanti anni nessuno ha mai alzato la voce dicendo che un albergo gestito dalla chiesa deve pagare l'ici tanto quanto un albergo laico. Mi chiedo perchè i nostri governanti vanno in tv a fare spettacolo parlando di cazzate ed evitando accuratamente le questioni forse più banali, ma che darebbero un segnale importante al paese.

E quello che da' ancora più fastidio è che ormai ste cose si dicono alla luce del sole. Non hanno più timore di nulla. Chi fa satira lo dice da tempo. Ma siccome fanno satira nessuno gli da' ascolto. Quando qualcuno dice la verità poi in qualche trasmissione un po' più seria, tipo report, e allora ecco che vengono bollati come quelli che fanno demagogia, quelli comunisti o chissà cos'altro. E intanto i nostri politici vanno alle Maldive a spassarsela  sul loro yacht...

Per la cronaca sul fattore ICI per la chiesa qualcosa sembra stia cambiando... anche se ci credo poco.


Etichette: 0 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin

Siete amanti del freddo e della neve? In questi giorni nevica in tutta Italia tranne, of course, qui a Venezia. Freddo e tanto vento. No dico, se deve fare inverno che almeno nevichi!! Si lo so che poi diventa un casino spostarsi eccetera... per quello ci vorrebbe una nevicata che crei un paesaggio surreale, tipo con almeno un metro di neve... così stiamo tutti a casa e amen. Non sarebbe male no? OK, lo so che gli abitanti di molte zone d'Italia mi odiano. o so che la neve porta più casini che benefici. Ma un vecchio detto diceva "sotto la neve Pane, sotto la pioggia Fame". E non è a caso.

Io personalmente sono pure un amante del freddo. Ci si copre bene e via! Precisiamo, essere amanti del freddo non vuol dire non soffrirlo. Sono umano anche io. Ma vuoi mettere quando fa freddo e tu sei sotto le coperte la domenica mattina al calduccio... mmm che bella sensazione!!!

Invece so che molti di voi sono amanti del caldo, d'estate tutti ad abbrustolire come lucertole in spiaggia!! Salvo poi spendere fortune in creme per sistemarsi la pelle che diventa ogni volta più secca e brutta... :-) Il freddo conserva, il caldo fa andare a male... ricordatelo!!


Etichette: , 1 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin
Oggi vi propongo un racconto. Un racconto quasi sconosciuto, di rara bellezza nel messaggio che vuole trasmettere. Le immagini tutte disegnate con una ottima tecnica, nella narrazione sono concepite in una successione tale che le figure prendono forma dal vento, dalla terra, dalle nuvole, dalle fronde degli alberi.... Un racconto Animato. Con una voce narrante molto rilassante. Ogni tanto fate pausa e ammirate i disegni se vi va. Dura mezz'oretta.






0 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin

Quando ho comprato il mio primo telefonino esistevano solo gli abbonamenti ed esisteva solo la telecom. Anzi... si chiamava ancora SIP. Mi ricordo ancora l'euforia per l'acquisto. Si chiamava Flare, era della motorola. All'epoca Nokia era praticamente inesistente. Nemmeno gli sms esistevano. Si poteva solo telefonare, punto. Ma io che ero un adolescente cresciuto con i gettoni per le cabine sempre in tasca vedevo questo telefono come un miraggio.
La prima accensione e la scritta I-SIP me li ricordo ancora.
750mila lire spese. Alle quali poi si aggiungevano 200 mila lire di attivazione linea. E non mi ricordo quanto di anticipo chiamate.  Ovviamente non esistevano proprio le schede ricaricabili. Tutte cose che oggi fanno sorridere, ma all'epoca in cui telecom la faceva da padrona... erano la triste realtà. Al tempo poi si poteva scegliere tra la tecnologia etacs che era lo standard, o la nuovissima tecnologia Gsm, che allora era una novità assoluta. Io ovviamente scelsi la seconda. Ma al lato pratico funzionava peggio,  il segnale cadeva spesso e ci si prodigava in acrobazie dalla finestra di casa per prendere meglio il poco segnale che c'era.

Gli sms li introdusse la Omnitel. Con il mio telefonino potevo solo riceverli, il menu' non aveva proprio l'opzione di creazione ed invio. Ricordo ancora l'invidia per qualche amico che aveva il telefonino con il logo Omnitel stampato sopra  e che poteva inviare e ricevere sms. Da lì in poi  è storia. Cambiai telefono passando al motorola 8700. Storico. Ma per inviare gli sms dovevi ricordarti i numeri. non aveva il richiamo dalla rubrica. E aveva le batterie più grosse del telefono stesso, attaccate dietro. Storie che sembrano uscite da 100 anni fa. E invece era il 1996.

Da lì in poi gli sms sono stati in continua ascesa. Sempre più utilizzati da tutti, generando incassi mostruosi per le compagnie telefoniche... Fino ad oggi. Si perché adesso con gli smartphone... la vita si fa dura per gli sms. Sono infatti sempre più diffusi i nuovi servizi di messaggistica che si basano sulle connessioni dati sempre più presenti su tutti i telefoni moderni. Così uno paga la connessione dati e manda  tutti gli sms che vuole. Whatsapp è il più diffuso, su tutte le piattaforme. Solo lui genera qualcosa come 11mila messaggi al secondo. Si, avete letto bene.  Poi ci sono Viber che fa anche telefonate, Beluga e molti altri.

C'è anche skype. Ma  questi servizi sono più semplici di skype, in quanto non serve registrarsi.... Basta mettere il proprio numero di telefono e i programmi fanno ricerca dentro la rubrica per vedere tutti i vostri  contatti con cui potete scrivervi da subito. Fine. Personalmente li uso e adesso che li ho risparmio anche un sacco di soldi. Con buona pace degli sms.

Fonti: Repubblica.it


omar Fardin
Non volevo parlarne sul blog, giuro. Ma prima Monti dice la scemenza del posto fisso noioso e poi ci si mette anche la Cancellieri che dice che vogliamo il posto fisso per stare vicino a mamma. Ma perchè devono insultarci??

E’ chiaro che vorremmo lavorare vicino alla nostra famiglia, alle persone care, e anche ai nostri amici, perchè no? E’ una cosa normale mi pare no??? QUESTA E' LA VITA ed è milioni di volte più importante del lavoro! Il lavoro Fa parte della vita, non il contrario!!!

Conosco un sacco di gente che è andata lontano da casa per lavoro. Sui monti o in grandi città. Spesso anche all'estero. La smettano quindi di prenderci in giro. E la smettano di fare gli ipocriti. Loro che hanno il posto fisso da 50 anni, aggrappati alla poltrona come cozze. Loro che mettono i propri figli in posti sicuri. (Vedi il figlio di Bossi ma anche la figlia della Fornero) Loro che tanto il mutuo non gli serve  visti gli stipendi miliardari. La smettano per favore.


Etichette: 0 commenti | |
Reazioni: 
omar Fardin


Oggi vi consiglio di guardare un bel video. Fa vedere tutti i terremoti registrati (superiori al grado 3) in Giappone nel 2011. Ovviamente in mezzo c'è quello di Fukushima dell'11 marzo. Al minuto 1.45 c'è da rimanere a dir poco sorpresi. Vi consiglio di vederlo con il volume alzato.
E noi che ci preoccupiamo di qualche piccolo terremotino...
Interessanti anche le analisi verso il minuto 7.25. SI ha veramente l'idea di cosa sia successo in quei giorni, quasi un anno fa.

Nel frattempo in internet potevano mancare le teoria complottiste sul terremoto di Fukushima? ovviamente no. E allora ecco qui quelli che pensano che il terremoto di Fukushima non è mai esistito. Si, avete letto bene. Secondo loro sono state delle bombe piazzate ad-hoc. Evvai. Leggetevi qui questa interessante teoria. Come dico sempre su internet c'è tutto, il contrario di tutto e il contrario del contrario di tutto il contrario. :-)



Etichette: 0 commenti | |
Reazioni: