Jimmy Bozzato
Mi viene proposto di passare una giornata ad Hydromania il parco acquatico di Roma. 

Accetto e qualche giorno prima inizio a cercare delle promo in rete. Non trovo nulla, va beh pagherò 20 euro. Navigando in rete, due sere prima di andare al parco, il mio magico iPhone mi fa notare un banner ed in pochi minuti mi scarico due buoni con lo sconto di 8 euro a biglietto. 



Hydromania di giovedì sarà poco frequentato mi dico.. 

Per chi non sapesse, questo parco si trova all'uscita 33 del GRA. 

Parto da Acilia e in 20 minuti sono già al parco. Ben organizzato il parcheggio, pieno di assistenti, almeno 4 ne ho visti, che ti dicono dove parcheggiare, perché uno potrebbe essere cretino e parcheggerebbe sopra un'altra auto, non in un posto vuoto. 

Vado alle casse, ce ne sono almeno 4 aperte, mi metto in quella con meno persone e capito dietro una mamma imbranata, con in mano dei buoni 2+1, con seimila bimbi intorno, non trova il portafogli, cercandolo le cadono le chiavi si abbassa e perde gli occhiali da sole che aveva inforcati in testa.. Decido di cambiare cassa e in 30 secondi ho il mio biglietto da 12 euro. 

Sono le 11.40 e sono già dentro il parco, vado agli armadietti a depositare portafogli, cellulare e chiavi. Costo dell'armadietto 4 Euro, però specificano che, salvando il proprio PIN, lo puoi aprire e chiudere tutte le volte che vuoi! Quasi quasi per ammortizzare la spesa rimango li mezza giornata ad aprirlo e chiuderlo!

Inizio a cercare un posto per l'asciugamano, ma i lettini sono tutti pieni, noto che il parco è parecchio affollato, ma non posso pretendere che il 16 luglio sia vuoto. Decido così di buttare l'asciugamano e lo zainetto sul prato e lanciarmi all'avventura. Mi sento a disagio perché non ho un orologio e in giro non se ne vede l'ombra, voglio dire ci sono i funghi che sputano acqua sponsorizzati da Algida, i tendoni Fanta e non avete un orologio CocaCola?!



Noto inoltre che gli armadietti sono davvero distanti dalla parte clou del divertimento, quindi solo per prendermi un caffè perderei mezz'ora minimo! Nei parchi seri ti danno un bracciale magnetico dove ti caricano tutte le tue spese che fai nel parco e poi paghi tutto alla fine, ma qui sarebbe fantascienza!

Faccio la coda al primo scivolo e chiedo l'ora al bagnino del primo scivolo: 12.00.. Beh dai ho tutto il giorno! Faccio la prima scivolata e mi metto in coda per il secondo scivolo, quando realizzo che nello zaino buttato nel prato, ho lasciato le chiavi dell'auto! Faccio lo scivolo e vado a prendere la chiave, percorro quei 600 metri in salita per andare all'armadietto, passo il ponte di legno e deposito le chiavi nell'armadietto, mi sento soddisfatto perché l'ho aperto già per la seconda volta! 



Faccio per tornare indietro e noto che le code agli scivoli si sono dimezzate, esaltato corro e vengo bloccato da una catena, un omone vestito di rosso con un walkie-talkie mi dice: "riapre alle 14!".. Cavolo ma sono le 12.45!!! 

Va beh mi sdraio sull'erba e inizio a mangiare la mia insalata di riso. Poi sento un annuncio: "informiamo la gentile clientela che gli scivoli rimarranno chiusi per pausa pranzo del personale!" COOOOOOSAAAAAA?!?! Inizio ad incazzarmi, ma non serve a nulla! A questo punto entravo alle 14.00!! Dalle 11.40 alle 14.00 ho fatto due scivoli! 

Perdo tempo e passo da una piscina all'altra con tanto dolore ai piedi.. Si perché hanno avuto la brillante idea di dipingere il cemento di verde e con il sole diventa come un letto di Carboni ardenti.. Si vede la gente saltare di ombra in ombra! 

Dopo aver perso tempo per un po' decido di prendere un caffè, ma poi penso a tutta la strada per arrivare all'armadietto, anche se la tentazione di aprirlo gratis un'altra volta è forte. Rinuncio al caffè, sono le 14.00 vado in coda ad uno scivolo, ma ovviamente le 14.00 romane non sono quelle milanesi, quindi rimango in attesa altri 10 minuti per l'arrivo dell'operatore con la gente che saltella perché le pietre sono davvero roventi! Ci si potrebbe cuocere una bistecca! 

Poi demoralizzato dalle code vado sullo scivolo più adrenalinico... Dopo 20 minuti di coda arriva il mio turno e l'operatore mi dice: "il piercing al capezzolo lo devi togliere perché è pericoloso", a parte il fatto che in tutti gli altri scivoli mi "palpavo la tetta" come mi dicevano di fare gli operatori, io posso anche toglierlo, ma dove lo metto? Mi creo un buco al volo sulla lingua? Direi che siamo alla follia! Incazzato scendo le scale contromano con la gente che mi additiva come fifone. 



Decido di andare all'ultimo scivolo per poi andare via, noto però una coda esagerata, che andava oltre la parte al coperto, quindi altri 20 minuti di carboni ardenti?! NO GRAZIE! Raccolgo le mie cose e alle 15.10 sono fuori dal parco deluso, innervosito e per nulla divertito! 
Etichette: |
Reazioni: 
2 Responses
  1. francy bon Says:

    Ma la pausa per il personale ???? AhahAhah. Morta !!!!


  2. Anonimo Says:

    ma... cioe'... un parco del genere e chiudono gli scivoli per la pausa??? ma daiiiii