Unknown
Be'... occorre un piccolo prequel. Io non ho mai amato molto studiare. Almeno non quando andavo a scuola. Come tutti i ragazzi della mia età preferivo fare ben altro. E come tutti i ragazzini che finite le medie si trovano a dover decidere la strada giusta da seguire... mi son trovato impiastricciato fino al collo. E ho dovuto fare un scelta senza avere per nulla le idee chiare.

Sono stato trascinato più dalla comodità e dagli amici che dalle mie idee verso L'ipsa, Istituto agrario. (A dire il vero avevo sbirciato anche la quantità di ore di matematica presenti, ed erano decisamente poche, il che deponeva decisamente a favore). Per carità con il senno di poi tutto sommato non è nemmeno stato male. E vista la poca voglia di studiare dell'epoca... E' stato decisamente bene non osare di più.

Ma veniamo a noi. Qualche anno fa mi sono accorto che non mi bastava. Crescendo sono nati altri interessi e mi è tornata (o venuta)  la voglia di imparare cose nuove, nonché di approfondire alcuni argomenti che mi sono sempre piaciuti ma che ho sempre trascurato per mille ovvie ragioni.  Ecco che allora mi sono informato su vari corsi a pagamento e non, e alla fine invece ho deciso di provare ad iscrivermi alla scuola serale.

Come tutti anche io avevo parecchi pregiudizi sulle scuole serali. Le vedevo come una sorta di scuola da sfigati, da studentidi serie B o da studenti che non avevano voglia di fare un caxxo tutto il giorno. Sarà anche per via delle reminescenze  d'infanzia  dove la mamma tra le altre aveva anche la minaccia "guarda che se non studi ti mando a lavorare e vai al serale!"..

La scuola che scelsi fu lo Zuccante.  Mica l'ultimo degli istituti. Il terrore più grande che mi preparai ad affrontare fu la Matematica. Materia odiosa già dai tempi delle medie e che alle superiori mi aveva inserito parecchi 3  in pagella... Il passo più grande che feci fu quello di tornare in un'aula, con lavagna banchi e cattedra. La cattedra del temuto prof... e poi la campanella a scandire il passare delle ore e vari professori che vengono a spiegarti cose che fino ad un minuto prima ti sembravano inconcepibili.... Ricordi tenebrosi del mio passato neppure troppo lontano.

Ma da lì a qualche minuto il tutto mi apparì invece come realmente era. Professori che erano molto più disponibili e gentili di quanto non lo fossero (almeno i miei) al mattino e soprattutto professori disposti a insegnarti le cose con la passione per il loro lavoro. Hai detto nulla!

Arrivai alla fine del primo anno (la terza superiore) che, incredibile ma vero, capivo anche la matematica. La matematica!! vi rendete conto? La mia materia oscura per eccellenza! Merito di un po' di maturità in più da parte mia forse, ma soprattutto di una grande professoressa. Professoressa che, ironia della sorte, si chiama Italiano di cognome. Non finiro' mai di ringraziarla. 

Ormai sono passati 5 anni da quella scelta e devo dire che un mondo nuovo mi si è schiuso davanti agli occhi. Non solo mi sbagliavo quando giudicavo le serali  un corso di serie B. Ma anzi ho potuto constatare che sono meglio organizzate e più funzionali dello stesso corso diurno. Se uno ha voglia di imparare, ovvio.

Insomma morale della favola sono riuscito a ridiplomarmi con un ottimo voto e mi son portato via un sacco di cultura in più, un sacco di amici e conoscenti, un sacco di belle esperienze. Al punto che quest'anno son tornato lì un paio di sere a settimana per seguire un'altro corso. Alcuni mi hanno dato del pazzo. Ma io credo che se le cose le fai con piacere c'è solo da guadagnarci. 

Di solito nel mio blog ho sempre evitato di raccontare di me. Ma questo post era d'obbligo in quanto credo che molti siano i pregiudizi e le false credenze che circolano intorno alla scuola Italiana. Ci sono invece degli istituti e dei corsi che decisamente sono ben al di sopra della media. Questa scuola ne è un esempio. Tra l'altro durante i miei tre anni di corso ho avuto modo di vedere e conoscere altre realtà di scuole serali e devo dire che di istituti attrezzati ed organizzati come lo Zuccante decisamente ce ne sono pochi. E allora ogni tanto mi sta bene in questo blog dare anche qualche messaggio positivo e dire che ci sono cose che funzionano in Italia, anche se solo grazie alla buona volontà di chi le gestisce! 

Se vi ho incuriosito e volete approfondire c'è il sito del serale qui. E poi un'intervista ad un professore del serale che spiega meglio di me come funziona qui.  E buona sQuola a tutti!!

Etichette: , , |
Reazioni: 
1 Response
  1. Stefano Says:

    Si, in effetti le scuole serali sono decisamente interessanti. C'è poca informazione in giro, ma tutti quelli che ci sono stati confermano che non è affatto una scuola di seconda categoria, anzi. quasi quasi ci faccio un pensierino...